Dal 3 al 6 dicembre 2020
in streaming

 

 

Letture, workshop, laboratori per i bambini e per i ragazzi con la partecipazione di ZeroCalcare,
Rossana Campo, Militant A, Alessio Spataro e tanti altri.

 

Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022, fa parte di ROMARAMA 2020 il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale, ed è realizzato in collaborazione con SIAE.

Il festival è a cura di Momo edizioni.

Momo crede che la cultura «non viene mai dopo» e quindi – nel rispetto di tutte le normative anti COVID-19 – organizza proprio oggi (alla fine di un anno davvero unico) un festival pieno di coinvolgimento, inclusione e partecipazione rivolto a tutti i bambini e a tutti i ragazzi.Il Festival Libri Monelli vuole promuove il piacere e l’urgenza della lettura tra i bambini e i ragazzi, anche e soprattutto in un momento come questo in cui la cultura è talvolta relegata tra le cose «non necessarie».Il festival – che si svolgerà principalmente in streaming – sarà caratterizzato da una fitta programmazione.

Molti saranno i workshop con i professionisti dei mestieri della cultura: Alessio Spataro (fumettista autore, tra gli altri, di Biliardino) guiderà ragazzi e adulti alla realizzazione di un fumetto, con un'attenzione particolare alla satira e alla caricatura; Chiara Fazi (artista e designer che collabora, tra gli altri, con Zetema), attraverso una lezione interattiva spiegherà come realizzare una campagna pubblicitaria nei marosi della comunicazione contemporanea; Zerocalcare (fumettista e artista) racconterà ai ragazzi come nasce un fumetto a partire dal rapporto con le periferie (romane e non).

Nella programmazione sono poi previsti alcuni incontri speciali: Rossana Campo, (scrittrice e vincitrice primo Strega ragazzi 2016), nel suo reading racconterà il suo approccio alla scrittura di un libro «monello» per bambini come La gemella buona e la gemella cattiva; Giulio Armeni, autore di Manuale di filosofia coatta e del recentissimo Romeo likes Juliet – partendo proprio da Shakespeare – spiegherà con pungente ironia i nuovi linguaggi social e il loro rapporto con la letteratura; Simon Vasquez (organizzatore del festival Literal a Barcellona) di Tigre de Paper, casa editrice indipendente catalana, incontrerà Momo per dare vita a un dibattito sulla cultura radicale in un'ottica internazionale.

A far divertire i bambini più piccoli (e i più scatenati) ecco il travolgente spettacolo del pirata Capitan Calamaio, che navigando nel mare (e attraverso i suoi libri) con la sua ciurma spiegherà l’importanza del rispetto della natura e della salvaguardia della cultura.

Il Festival Libri Monelli ospiterà anche molti laboratori: per i più grandi Militant A (frontman del gruppo Assalti Frontali) – in collaborazione con ANPI – racconterà la Costituzione Italiana coinvolgendo i ragazzi nel suo «rap della Costituzione»; Emanuela Fanelli (Prof.ssa di Ecologia UNIVPM, ad Ancona) e Ernesto Azzurro (Ricercatore CNR) racconteranno le profondità del  Mediterraneo e le specie viventi che lo popolano a partire dal loro fortunato libro illustrato Portami al mare; con Erika Silvestri (autrice del libro illustrato Senza parole) i bambini, giocando con carta colori e materiali di riciclo, potranno comprendere meglio l'esperienza delle migrazioni e l'importanza della solidarietà in mare. Con il laboratorio Io non parto più – tenuto dalle giovanissime Carolina Germini e Ginevra Vacalebre – i bambini potranno affrontare il tema del viaggio dal punto di vista particolare delle cicogne protagoniste del loro prossimo libro illustrato.

Durante il Festival Libri Monelli particolare attenzione sarà prestata al rapporto diretto tra scrittori, creativi e giovani lettori, e alla sperimentazione di forme interattive di confronto, scambio e ricerca. Momo infatti pensa che proprio questo significhi promuovere la conoscenza: arrivare a tutti, coinvolgere tutti, fare partecipare tutti, nessuno escluso.

LEGGI IL PROGRAMMA