Il maestro

10 

Gianmarco Mecozzi

Postfazione di Francesco Muzzioli
Collana I libri di Momo
2021, pp.80
Formato 15×21
ISBN 979-12-80298-07-2

Disponibile

Categorie: , , COD: 9791280298072

Descrizione

«Un libro che comincia invitando il lettore a lasciar perdere è cosa rarissima, anzi introvabile ai nostri giorni», dalla postfazione di Francesco Muzzioli

La storia di una esperienza di teatro radicale – vissuta fino all’ultimo respiro – raccontata in un romanzo diretto, costruito con una scrittura dal vivo, coinvolgente e appassionata. Un pezzo della storia dello spazio Teatr’Arteria – fondato da Carlo Quartucci e Carla Tatò al centro di Roma nel 2007 – da un punto di vista diverso e con uno sguardo«totale».

«E infatti la cifra di questo libro è la furia. La scrittura è chiamata a tener dietro al teatro, deve teatralizzarsi e correre fino all’ultimo respiro sui pattini a rotelle dei suoi tre puntini. Una scrittura per l’appunto «in atto», che discute col suo lettore mentre si sta facendo; una scrittura ricca di gestualità (né potrebbe essere altrimenti nascendo da un’esperienza teatrale); una scrittura votata al disordine, contemplando al buon bisogno scarti temporali; una scrittura «di getto», forse di fatto (ma sulle date della stesura non siamo mai certi), certamente come impressione di una scaturigine irrefrenabile; una scrittura dell’esagerazione e dell’esasperazione».
dalla postfazione di Francesco Muzzioli

«Uno strano maestro… nevvero?… che non sa… e che non vuole sapere… bizzarro e stravagante questo maestro che non nasconde di non sapere… piuttosto socratico, direi… ma di una grecità diversa: una grecità siciliana, vi dirò… come si scoprirà presto… piena di strane magie e illusioni: fantasmagorie quasi… fuochi artificiali e trick track: scoppi d’improvviso… “sistemiamo le luci, Luke!”… questa maieutica sicula sarà uno spasso, penso ma non dico».

L’illustrazione in copertina è di Ginevra Vacalebre.

Autore

Gianmarco Mecozzi, nato nel 1976 a Roma. Dal 2007 è stato stato assistente di Carlo Quartucci nel suo spazio/progetto Teatr’Arteria. Lavora da anni nel mondo dell’editoria. Dal 2019 è uno dei fondatori del progetto editoriale Momo.